Top

La Psicologia Analogica – L’importanza dei genitori

Sviluppata e messa a punto negli anni ’60 da Stefano Benemeglio, psicologo, ipnologo e studioso del comportamento umano.

L’obbiettivo principale dell’uomo è quello di perseguire la felicità e realizzare se stessi raggiungendo il successo nella vita. Spesso però a causa di traumi, blocchi e paure che derivano dal passato, sembra faticoso se non impossibile, superare i propri limiti e raggiungere gli scopi prefissati.

Grazie alla psicologia analogica è stato possibile studiare l’inconscio, e decifrare un vero e proprio linguaggio che permette di dialogare con esso e negoziare con lo stesso il miglioramento della propria vita.

Un approccio olistico che permette finalmente attraverso sedute di consulenza e di coaching, di riuscire a perseguire i propri sogni, in piena libertà ed in pace con la propria coscienza, raggiungendo subito il nucleo del problema. 

Il consulente analogico è colui che capisce e insegna i gradimenti e i rifiuti dell’inconscio, attraverso la lettura di segnali non verbali, di scarico tensionale, definiti analogici, ed è capace di dialogare con esso, permettendo di negoziare per un maggior benessere fisico-emotivo.

Per cosa è utile?

– aumenta l’autostima

– aiuta ad essere più decisi

– riporta l’armonia individuale e familiare

– migliora i rapporti lavorativi

– mantiene un livello di salute fisica ottimale