Shiatsu

Shiatsu

shiatsu_viso


Lo Shiatsu, tradotto letteralmente dalla lingua giapponese: SHI dito e ATSU pressione, è una tecnica energetica giapponese basata principalmente sull’utilizzo di pressioni perpendicolari rispetto alle zone da trattare del corpo del ricevente, portate con: i pollici, le dita, i palmi delle mani, i gomiti, le ginocchia e i piedi.

L’operatore non utilizza la propria forza muscolare per premere bensì sfrutta la forza di gravità, in maniera tale da poter effettuare pressioni profonde ma non dolorose. Vengono premute linee e punti specifici dei meridiani energetici tradizionali cinesi

shiatsu_braccio

Il programma del percorso professionale che permette ad un operatore di acquisire le basi per poter fare degli ottimi trattamenti richiede (anno 2013-14) un totale di 800 ore di cui 500 ore frontali il tutto suddiviso in 3 anni. In tutte queste ore di pratica documentata sono presenti anche 70 ore di tirocinio presso strutture convenzionate,50 ore di master di shiatsu, 50 ore di altri corsi shiatsu o altre DBN (discipline bio naturali), 60 ore di gruppi di ricerca o ulteriori trattamenti.

L’intero trattamento della durata di circa 1 ora (a volte fino anche a 1 ora e mezza) viene eseguito da parte dell’operatore mantenendo un costante e attento ascolto dei meridiani e tutti i punti trattati, calibrando attentamente ogni singola pressione.

La massima attenzione e l’atteggiamento che l’operatore adotta durante il trattamento è indispensabile affinché questo riesca nel migliore dei modi ponendo il ricevente nelle migliori condizioni di atteggiamento fisico e mentale e fiducia nell’operatore.

Il trattamento viene tradizionalmente eseguito a terra su un morbido tatami o futon sul corpo VESTITO del ricevente che indosserà abiti larghi, morbidi e comodi (come una tuta ad esempio).

Lo shiatsu non è utilizzato per curare le malattie, permette invece di raggiungere uno stato ottimale di salute.
Potrebbe sembrare un controsenso ma non lo è affatto e l’esempio che mi piace sempre fare è il seguente: immaginatevi 2 persone anziane. Prendono un sacco di medicine, hanno le loro malattie, i loro dolori piu’ o meno acuti però una delle 2 persone vive malissimo non è in salute è stanca della vita, soffre di ogni minimo dolore o avvenimento, passa la maggior parte del tempo a letto, al buio, si chiude in se stessa, l’altra invece si vede con le amiche, sa scherzare sui suoi problemi che affronta a testa alta, avverte molto meno i dolori, è una persona attiva e felice, è in salute.

Secondo l’organizzazione mondiale della sanità la salute non è assenza di malattia bensì uno stato di pieno benessere fisico, psichico e sociale.

Lo shiatsu non è sostitutivo di eventuali terapie mediche, paramediche, psicologiche e psichiatriche ma è un metodo finalizzato al ripristino dell’equilibrio energetico dell’utente. Per queste sue caratteristiche è risultato essere perfettamente affiancabile, in accordo con il medico curante, a qualsiasi trattamento terapeutico convenzionale e non convenzionale, senza alcun rischio e pregiudizio per le cure cui esso eventualmente si accompagna.
Lo Shiatsu è quindi una specifica disciplina rivolta al mantenimento o al ripristino della salute in termini energetici, autonoma e non assimilabile a nessun’altra disciplina e non dipendente per la sua pratica da conoscenze mediche e paramediche, comprese la fisioterapia e la massofisioterapia.

Riporto il MANIFESTO UFFICIALE DELLO SHIATSU

MANIFESTO DELLO SHIATSU